//

Data 
Governance Act
-3

Torna agli articoli

Riprendiamo l’analisi del Regolamento UE detto Data Governance Act, esaminando i servizi di intermediazione dei dati e di altruismo dei dati e le conseguenti implicazioni con la disciplina sulla protezione dei dati personali.

2. Servizi di 
intermediazione
 dei dati

Nella versione originaria della proposta di regolamento la previsione di specifici servizi di condivisione di dati – sia di natura personale che non-personale – aveva sollevato gravi perplessità in merito al corretto bilanciamento tra DGA e GDPR. Nella sua versione finale, il DGA ha sostituito tali servizi con quelli di intermediazione dei dati i quali hanno ad oggetto la condivisione dei dati.

Il concetto di “condivisione dei dati” – come precisato dalla sua definizione – tiene in debito conto la disciplina a protezione dei dati personali, tant’è che l’art. 2 10) DGA qualifica questa espressione come «la fornitura di dati da un interessato o un titolare dei dati a un utente dei dati ai fini dell’utilizzo congiunto o individuale di tali dati, sulla base di accordi volontari o del diritto dell’Unione o nazionale, direttamente o tramite un intermediario (…)» a titolo gratuito o a pagamento.

Figura – Modalità di condivisione dei dati ai sensi del DGA.
Figura – Modalità di condivisione dei dati ai sensi del DGA.

Ne consegue che la fornitura:

  • da parte dell’interessato all’utente dei dati, avrà per oggetto i dati personali del data subject permettendo, in particolare, l’esercizio dei diritti degli interessati;

  • del titolare dei dati all’utente dei dati, potrà avere per oggetto sia dati personali che dati non-personali ma dovrà pur sempre avvenire sulla base del diritto dell’Unione o nazionale, cioè nel rispetto delle prescrizioni del GDPR per quanto riguarda i dati personali.

Figura – Sintesi dei servizi di intermediazione dei dati secondo il DGA.
Figura – Sintesi dei servizi di intermediazione dei dati secondo il DGA.

L’articolo 10 del DGA distingue i servizi di intermediazione dei dati in tre categorie:

  • servizi di intermediazione tra le persone giuridiche titolari dei dati e i potenziali utenti dei dati
  • servizi di intermediazione tra interessati che intendono mettere a disposizione i propri dati personali e potenziali utenti dei dati
  • servizi di cooperative di dati, vale a dire servizi che aiutano interessati o imprese individuali, microimprese o piccole e medie imprese nella trasparenza e gestione del consenso al trattamento.

Il fornitore dei servizi di intermediazione dei dati utilizza gli stessi al solo fine di metterli a disposizione degli utenti dei dati (art. 12, lett. a), del DGA).